Recensioni
Ghesboro movie
864 letture 1 commento

Big Bang Love, Juvenile di Takashi Miike

di il 25/12/2014
Dettagli
 
Editor Rating
IL MIO VOTO


AFORISMA
 

Una storia in cui il tempo non ha valore

 

Film intenso, di ambientazione teatrale, in cui il regista crea un quadro di assoluta bellezza in ogni singolo fotogramma.
Una carrellata di immagini sublimi (quella della scala in orizzontale su tutte) che si incastrano alla trama di un mistero che si svela con lentezza e parsimonia.
E’ una storia d’amore fantastica, soprattutto perché non è una storia d’amore, è qualcosa di meno e, senza dubbio, qualcosa di più.
Questa ambientazione, che rimanda a Fassbinder e Derek Jarman, incornicia un “non luogo”: un carcere in cui non esistono mura, in cui ogni movimento dei detenuti sembra far parte di una coreografia ed in cui i dialoghi si alternano a lunghi ed estenuanti silenzi.
Una storia in cui il tempo non ha valore cronologico e le scene vengono ripetute ogni volta con una valenza diversa: viene data allo spettatore la possibilità di scegliere se seguire la trama oppure lasciarsi andare e fluttuare insieme al film.
E alla fine tutto viene svelato, ma con una soluzione che sembra dire “c’era davvero bisogno di una spiegazione?“.
Colpo di genio il metodo seguito per l’interrogatorio, in cui le domande non vengono enunciate ma sovrimpresse alle immagini.
Le inquadrature degli esterni sono enormi e bellissime, finte e pittoresche. Inchiodano l’unico vero colpevole: l’arcobaleno.

Big Bang Love, Juvenile A (2006)
Big Bang Love, Juvenile A poster Rating: 6.9/10 (1,506 votes)
Director: Takashi Miike
Writer: Ikki Kajiwara (novel), Hisao Maki (novel), Masa Nakamura (screenplay)
Stars: Ryûhei Matsuda, Masanobu Andô, Shunsuke Kubozuka, Kiyohiko Shibukawa
Runtime: 85 min
Rated: Unrated
Genre: Drama, Fantasy
Released: 26 Aug 2006
Plot: A visually stylish tale of two male prisoners bonded by emotion, love and murder.
commenti
 
Rispondi »

 
  • Michele Arienti
    26/12/2014 at 22:39

    Il tipico film di Natale®!
    Va aggiunto la sera della vigilia assieme al Piccolo Lord, Una poltrona per due, Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato e Babbo bastardo

    Rispondi

Commenta e vota