Gli eventi
826 letture 0 commenti

#TGLFF31 – Una farfalla impazzita festeggia l’amore al Torino Gay and Lesbian Film Festival – parte 2

di il 08/05/2016
 

La giornata inizia con curiosità in quanto c’è la proiezione del tributo al principe Maurice, personaggio noto nelle discoteche e nei carnevali veneziani, girato da Daniele Sartori, persona che conosco. PRINCIPE MAURICE TRIBUTE è un documentario di 50 minuti sul ruolo di performer teatrale che ha avuto Maurizio Agosti dagli inizi degli anni Novanta in tutta Italia, specialmente nella riviera romagnola, al Cocoricò. Il film, ad una lunga intervista all’artista, intervalla intermezzi di video arte in cui lo stesso Maurice interpreta di brani di Klaus Nomi che sono sicuramente la parte più interessante e indovinata del documentario. Personalmente ho trovato che Agosti avrebbe dovuto parlare un po’ meno di sé e un po’ di più della stagione storica che ha vissuto ed influenzato.

Dopo due corti che non mi son piaciuti e che non mi hanno trasmesso assolutamente nulla,(TUTTA INTORNO A ME di Maria Guidone e TIGER SUSY di Riccardo Pittalunga, Tommaso Rossi e Albert Tola), è stata trasmesso THE SECOND CLOSET di Sara Luraschi e Stefania Minghini Azzarello, una delle cose migliori che ho visto finora. Ottima fotografia e begli interni per una storia fortissima di abusi domestici in un coppia lesbica. Nessun pietismo, pochi dialoghi e immagini molto intense. Brave le attrici a raccontare in pochi minuti una storia bellissima. E tristissima.
L’ultimo corto della serie è UMANA VOCE di Alessandro Sena, riassume la Voce Umana di Jean Cocteau, e l’interpretazione viene affidata alla drag queen Marlene De Pigalle, bravissima nella parte. Le immagini sono in un seppia molto affascinate (e un po’ ruffiano), la musica è azzeccata (alla Apparat diciamo) e il tutto trasmette un effetto molto piacevole.
Non ho capito il discorso del regista sul ruolo della drag queen, sul fatto che anch’esse devono avere ruoli importanti nei film: l’interpretazione di Marlene (ripeto, molto brava) era simile a quella della Magnani nel film di Rossellini, indipendentemente dal fatto che sia donna o uomo. Quale sarebbe la peculiarità del progetto? Marlene era presente in sala con un look favoloso.

 

IMG-20160507-WA0007
Grande attesa per la proiezione del documentario CHEMSEX di William Fairman e Max Gogarty, riguardante l’uso di droghe, soprattutto nelle orge gay. Interessante l’impianto documentaristico fatto di piccole storie, io però l’ho trovato eccessivamente moralizzatore. Innanzitutto quella delle droghe a Londra durante i party nel weekend non mi pare certo una tendenza nuova: ricordo il F.I.S.T. di vent’anni fa, il FRIDGE e i party che nascevano dopo la discoteca. L’immagine che è stata data di tutti coloro che praticano il chemsex è di grande tristezza e solitudine, ma non mi pare diversa da quella di qualsiasi tossico, etero, gay, casto o troia che sia. Applauditissimo, avrà toccato le coscienze di molti.
Ho un giudizio invece molto incerto su THEO ET HUGO DANS LE MEME BATEAU di Olivier Ducastel e Jacques Martineau la prima parte molto bella, con il primo quarto d’ora quasi porno, girato in un locale fatto per scopare (Impact di Parigi). Poi, il girovagare per Parigi ,da principio piacevole, lentamente scivola nella noia, troppi cliché per una notte sola. Il finale tanto felice quanto prevedibile. Molti applausi, meritati, per gli attori che non si sono certo risparmiati, facendosi riprendere nudi durante scene di sesso spinto, senza mai perdere l’intensità della recitazione.
Finisce la giornata con O NINHO di Felie Matembacher e Marcio Relocon, film brasiliano diviso in quattro puntate (con titoli di teste e coda ogni volta) sulla ricerca del fratello da parte di Bruno, giovanissimo ragazzo gay che scappa dall’esercito e si ritrova con un gruppo di ragazzi gay giovanissimi e alternativi di Porto Alegre (un mix tra manga e bambole assassine). Un gruppo in grado di regalargli l’amore che non era mai riuscito a trovare nella famiglia. Dolce ma non smielato. Pochissimo pubblico.

 

IMG-20160506-WA0009

Sei il primo a commentare!
 
Rispondi »

 

Commenta e vota