Recensioni
825 letture 1 commento

Matterhorn di Diederik Ebbinge

di il 17/12/2014
Dettagli
 
Genere
Editor Rating
IL MIO VOTO


AFORISMA
 

Un film pensato per la TV con una regia da grande schermo

 

Mi è impossibile definire Matterhorn: è un film drammatico, una commedia. E’ un film surreale, certo, ma con una linea narrativa ben precisa e determinata.
C’è amicizia, amore, ma anche tanta solitudine ed intolleranza.
Nei primi venti minuti non ho capito granché di ciò che stava accadendo, ma le splendide immagini mi hanno tenuto attento e partecipe.
Poi, lentamente ma inesorabilmente, la trama prende forma, fino a definirsi una storia chiara e lineare: la storia di due persone che entrano in contatto.
Mi ha dato la stessa sensazione che mi dà la lettura di una poesia complicata, di cui non si capisce nulla da principio ma che lentamente si rende sempre più chiara fino ad arrivare all’anima.
Nella vita di ognuno dei due pare non esserci spazio per l’altro, chiusi uno nella sua follia e l’altro nella gabbia mentale generata da credenze e dogmi religiosi.
La differenza abissale tra lo stile di vita di entrambi i protagonisti (favolosi i due attori e il cast intero) diventa proprio il terreno comune in cui i due si confronteranno, creando un loro linguaggio e addirittura una professione di intrattenimento.
La macchina da presa è sempre didascalica, la fotografia è bellissima. Un film pensato per la TV con una regia propria dei film da grande schermo.
Caldamente consigliato a chi ama i film di Kaurismaki.

Matterhorn (2013)
Matterhorn poster Rating: 7.1/10 (1,104 votes)
Director: Diederik Ebbinge
Writer: Diederik Ebbinge
Stars: Ton Kas, René van 't Hof, Porgy Franssen, Ariane Schluter
Runtime: 87 min
Rated: N/A
Genre: Comedy, Drama
Released: 07 Feb 2013
Plot: Devout Calvinist widower Fred leads a respectable, utterly boring life since he evicted his only son. Suddenly arrives Theo, a mentally impaired adult, mental age about five. Fred starts ...
commenti
 
Rispondi »

 
  • Danilo Bottoni
    21/12/2014 at 15:56

    Piccole è bello. Il finale mi ha commosso, anche se avrei preferito una canzone meno didascalica.

    Rispondi

Commenta e vota