Recensioni
1225 letture 3 commenti

Star Wars: Episodio VII – Il risveglio della forza, di J.J. Abrams

di il 16/12/2015
Dettagli
 
Editor Rating
IL MIO VOTO


 

Sono appena uscito, ancora frastornato ma felice!!! Forse è troppo presto per parlarne ma lo faccio lo stesso: che meraviglia!
Io sono un fan di vecchia data, non come quelli che l’anno scorso non sapevano nemmeno la differenza tra Star Wars e Star Trek (in questi ultimi giorni infatti proprio tutti si sono riscoperti fan). Questo fa di me contemporaneamente il migliore ed il peggiore critico di quest’ultima opera sulla galassia lontana, lontana.
Ad essere sincero ho trovato tutto esattamente come doveva essere, coi toni giusti, fotografia, musica, con i colpi di scena che uno affronta ma senza rimanerci troppo deluso; tutti gli elementi della vecchia trilogia (Lucasfilm ha completamente demolito ed evitato ogni riferimento all’ultima) citandola e ri-citandola continuamente…
Quindi questo, per me, è il MIGLIOR fan-film che potevano farmi!
Ma forse ancor più, JJ ha proprio colpito nel segno, ossia ha fatto un “film per tutti”.
Chi non ha mai visto nessun film potrà andare al cinema e vederlo tranquillamente. Saranno però quelli come me che potranno gustarsi veramente ogni gag o colpo di scena con la bocca aperta e la lacrimuccia agli occhi.
Forse soltanto chi ha amato la sfarzosità della nuova trilogia, snobbando la fantascienza “sporca” e misteriosa dei film storici, potrebbe trovare questo nuovo capitolo un po’ troppo rievocativo degli originali e leggermente un po’ scontato. D’altra parte questo film ha il gravoso compito di accontentare più persone possibili, ma chiaramente non potrà mai accontentare proprio tutti…
Quando nel ’77 uscì il primo vero “Guerre Stellari” (a quel tempo manco si sapeva cosa fosse “Star Wars”), eravamo tutti molto più “innocenti” sull’argomento fantascienza, ci bastava un neon luminoso e una maschera nera con respiro asmatico per farci rabbrividire e sognare allo stesso tempo.
Oggi la fantascienza ce la mangiamo a colazione (forse complice anche la nuova trilogia), e se ogni scena non è adrenalinica dopo qualche minuto ci troviamo annoiati a controllare le notifiche del cellulare…
E ora parliamo proprio della storia.
Harrison Han Ford Solo si trova a fare il cardine di tutto (gli hanno cucito addosso tutto il film) e dei tre grandi protagonisti storici è quello che spicca, anche perché degli altri due vediamo ben poco.
Il cattivo forse si toglie la maschera un po’ troppo spesso lasciando l’aurea magica del personaggio e diventando troppo umano è vulnerabile.
Chi però mi ha fatto letteralmente saltare in piedi dalla gioia durante la proiezione è la protagonista Rey, di cui ancora non ci hanno detto tutto, ma che è sensibile alla Forza oltre che essere una donna fortissima e dolcissima allo stesso tempo.
Quello che veramente mi ha deluso è Finn, l’assaltatore con la crisi di coscienza, che lascia il Primo Ordine senza un briciolo di coerenza per il cammino intrapreso precedentemente. Non avrei mai accettato di vederlo nei panni di un cavaliere Jedi e questo era il mio più grande cruccio fino a ieri, vedendo ogni singolo trailer/spot online. Devo dare merito al “maestro del depistaggio” Abrams che ce l’ha fatta sotto il naso un’altra volta!
Nel film ci sono molti altri spoiler che eviterò, perché so che alla fine andranno a vederlo tutti, ma proprio tutti, e quindi:
Buona Visione!

Star Wars: The Force Awakens (2015)
Star Wars: The Force Awakens poster Rating: 8.9/10 (77,178 votes)
Director: J.J. Abrams
Writer: Lawrence Kasdan, J.J. Abrams, Michael Arndt
Stars: Harrison Ford, Mark Hamill, Carrie Fisher, Adam Driver
Runtime: 135 min
Rated: PG-13
Genre: Action, Adventure, Fantasy
Released: 18 Dec 2015
Plot: Three decades after the defeat of the Galactic Empire, a new threat arises. The First Order attempts to rule the galaxy and only a rag-tag group of heroes can stop them, along with the help of the Resistance.
commenti
 
Rispondi »

 
  • nuedge
    22/12/2015 at 14:42

    la prima recensione in italia di Star Wars su cricchetta.it, grandi!

    Rispondi

  • Midwinter
    31/12/2015 at 1:46

    Vorrei condividere l’entusiasmo, ma reduce dalla visione devo dire che sono assai tiepida. Trovai il personaggio di Finn noioso, Ren con assai poco carisma per essere l’anima nera della serie, Rey accettabile, ma neanche vagamente paragonabile come carisma ai vecchi personaggi (per chiarire, sono una fan della serie storica, la seconda triologia non l’ho mai finita per noia manifesta).

    Rispondi

  • Paolo Villa
    31/12/2015 at 16:15

    la cricchetta è con te, Midwinter 😉

    Rispondi

Commenta e vota