Recensioni
864 letture 0 commenti

Pillole dal 2014 – L’elenco completo dei rutti post-visione liberati dagli eroici cricchettari®!

di il 03/10/2015
 

Finisce il film ed il cervello rutta un’idea: scariche elettriche sinaptiche, mica pensieri, probabilmente utili solo alla manutenzione fisiologica dei neuroni. Capita a tutti e non se ne può fare a meno.

Tolte le recensioni approfondite e tolti tutti gli speciali dai festival, rimangono da riassumere i giudizi rapidi dei film con ancora l’odore dei popcorn® addosso:

 

    1. Tropa de Elite di José Padilha: Sterminarne Mille per Educarne Uno
    2. The Guest di A. Wingard: Ex milite incontra la famiglia del Mulino Bianco ed è subito amore. Poi, lo scompiglio. La faccia di Dan Stevens vale mezzo film
    3. Apes Revolution – Il pianeta delle scimmie (Dawn of the Planet of the Apes) di Matt Reeves: Quando un film noioso e inesistente genera suo malgrado riflessioni che lo eccedono. Dedicato a fanatici del CGI, teologi pensosi e problematici lettori adolescenti di Dostoevskij. Anche coincidenti e combinati tra loro.
    4. Captain America: The Winter Soldier di da Anthony e Joe Russo: Come reinventare un personaggio ormai fuori tempo massimo in un mondo fatto di persone solo in larga maggioranza scimmie
    5. Cold in July di Jim Mickle. Qualcosa di meraviglioso
    6. We Are What We Are di Jim Mickle: Tra Dogtooth‬ e ‪‎Miss Violence‬. Da vedere!
    7. Following l’esoridio di C. Nolan. Un saggio psicologico acuto che si spegne in un giallo frettoloso.
    8. Life after Beth di J. Baena: Amore Zombie che può divertire abbastanza da non far incazzare se lo si consiglia
    9. Freaks‬ di T. Browning: Stupendo classico che non fa più male. Vendetta, avidità e coesione tra fenomeni da baraccone
    10. I Guardiani della Galassia di James Gunn: Io sono Starlord e mi piace il funk
    11. Interstellar di Christopher Nolan: Amore e buchi neri. Come sempre?
    12. Frank di L. Abrahamson. Vorrebbe essere un gran film fingendo d’essere piccolo. Meritano le canzoni. Ginger crouton e Tuft, su tutte
    13. The ‪‎babadook‬ di J. Kent: Non è certo quella novità nell’horror di cui si legge, anzi non è un horror. Noioso a tratti
    14. Dying of the light di P.Schrader: Brutto senza B. Produce Refn, senza spicci suoi, tradito dal comune passato amore
    15. I Vichinghi di Claudio Fah. I cattivi sono più forti dei buoni. I buoni vincono per culo. Attuale.
    16. Oltre il guado di Lorenzo Bianchini: Il Cinema italiano che alza la testa. Anche se la trama è povera e l’attenzione vacilla: più film così!
    17. Lucy‬, L. Besson: Dei musi gialli inventano Dio®. Ed essere dei significa vedere la preistoria. Stupido. Intrattiene
    18. Un milione di modi per morire nel West di S. MacFarlane: di questo figlio di Papà Griffin‬ si salva solo il cattivo gusto
    19. Dragon Trainer 1 e 2 di  Dean DeBlois: Gioia fatta cartone. Avventura, emozione e troppi sentimenti. Una via di fuga pastello
    20. Housebound‬ di G. Johnstone: Capolavoro horror capace di tenere in equilibrio umorismo, logica e tensione
    21. Teenage Mutant Ninja Turtles di  Jonathan Liebesman: Superficiale, ignorante,ingenuo, infantile. Sempliciotto. Tempo perso
    22. Dawn of the Planet of the Apes di Matt Reeves: Orrendamente biblico e scontato. Film con scimmie fatto per cervelli da scimmia
    23. Twilight‬ – New Moon di Chris Weitz: Proposto su ‪‎Italia1‬ con 40′ di spot. Ottima regia, messaggi INCISIVI e gran ritmo ritmo, intendo degli spot, ovviamente
    24. L’amore bugiardo – Gone Girl di David Fincher: Il responso di Malgrado: “la recitazione di Affelck è l’ultimo dei suoi problemi”
    25. Bron/Broen (la serie): Non il rombo di un motore ma la miglior serie scandinava dai tempi di Forbrydelsen (The Killing)
    26. Bron/Broen II (la serie): Saga e la sua cicatrice (vera) galeotta. Trama improbabile ma tiene. Peccato reclami la terza serie.
    27. Forrest gump di Robert Zemeckis: Tiepido e purificante enteroclisma che a nessuno verrebbe voglia di ripetere
Sei il primo a commentare!
 
Rispondi »

 

Commenta e vota