Recensioni
Ghesboro movie
898 letture 0 commenti

I popcorn non hanno mai fatto tanto bene alla salute – Captain America: The Winter Soldier

di il 26/08/2014
Dettagli
 
Genere
MI PIACE

La felicità provata nel vederlo
Averlo visto dopo un mese di pausa cinematografica

NON MI PIACE

La trama è telefonata
La faccia del personaggio principale

Editor Rating
IL MIO VOTO


AFORISMA
 

Come reinventare un personaggio fuori tempo massimo come Capitan America? Specie dopo il recente flop ed in un mondo fatto di persone solo in larga maggioranza scimmie, ma non proprio tutte?

 

Al suo recente rilancio, nel 2011, Capitan America riscosse un successo minimo, non entusiasmò nessuno, nemmeno i nipotini del Mio Amico® che in un attimo lo misero all’ultimo posto tra i loro supereroi preferiti, subito prima di Lanterna Verde, ovviamente: son bambini, mica dementi.
Il risultato non apparve strano, dopotutto questa Bandiera americana ambulante© è un supereroe che, a leggerne i fumetti ora, fan perfin ridere: un sempliciotto dai sani principi, al limite dell’ottusità patriottica, uno specchio fedele dell’ingenuo sentimentalismo popolare di quegli anni. Un po’ come i pericolosissimi romanzi pedagogici italiani di inizio novecento, tipo il libro Cuore o Pinocchio. Libri risibili, rigidi, che si perdono in una filosofia che poi sarà fascista: obbedisci, sacrificati e non pensare. Strumenti di una nazione il cui popolo era formato da scimmie da addestrare. Diventati famosi solo per le lacrime di qualche ragazzino, ed il naso lungo, ovviamente.
Come reinventare, quindi, un personaggio ormai fuori tempo massimo come Capitan America? Specie dopo il recente flop ed in un mondo fatto di persone solo in larga maggioranza scimmie, ma non più proprio tutte?
1) Inizialmente pompando a dismisura i muscoli dell’action in un film che toglie il respiro con attualissime sequenze in CGI piene di trovate divertenti ed originali.
2) Poi con inseguimenti in auto alla vecchia maniera che, alla pari di quelli già incredibili del magnifico Fast and Furious 6, tolgono la scena ad una Scarlet Joanson abituata ad essere traino e colonna portante.
3) Ma, soprattutto, raccontando la politica americana fuori dai denti, mettendola in bocca al patriota più patriottico della storia dei fumetti. Che mai si sarebbe sognato una tale deriva. L’eroe della libertà rivoltato come un calzino: un manichino grottesco che ora non sa più cosa sia giusto e perché si sia arrivati a svendere la libertà per acquisire un’illusione di sicurezza, non sa più di chi fidarsi, né può più solo obbedire agli ordini. Una rivoluzione.
C’è, insomma, tutto quello che si usa recriminare alla politica americana nei venerdì sera da sbronzi in centro, per i lupi solitari ricordo brevemente: 1) spaventare per creare una minaccia esterna, 2) deprimere con orari di lavoro e tasse per rendere mansueto il popolo, 3) uccidere per mantenere il controllo facendo credere lo si faccia per esigenze di pace ed, in ultima, 4) il drago al quale tagliando una testa gliene ricrescono due.

Ne esce un film lunghissimo che finisce troppo presto.
Un gioiello che mi rammarico di non aver avuto il coraggio di andare a vedere al cinema: il grande schermo ne avrebbe aumentato i Cavalli Vapore® ma, dopo tanto dolore agli occhi con film come I Fantastici 4, Daredevil o Lanterna verde, avverto sistematicamente una fitta perineale ogni volta che faccio per avvicinarmi ad un film tratto dai fumetti del passato.
Sarà la prostata.

Capisco che a raccontarli sembrino concetti di modernariato. Ma siamo sempre li, di ambigui cattivoni da uccidere (e da amare, come va molto di moda) e di mondi da salvare ce ne son sempre stati e ce ne saranno sempre. Ma non serve avere una grande cultura, basta aver letto un paio di libri oltre a quelli scolastici, per aver capito che oggi non è più importante cosa si dice, non c’è niente di nuovo sotto il sole, ma come lo si dice.
E The Winter Soldier lo dice in modo meraviglioso.

 

Captain America: The Winter Soldier (2014)
Captain America: The Winter Soldier poster Rating: 8.0/10 (202,672 votes)
Director: Anthony Russo, Joe Russo
Writer: Christopher Markus (screenplay), Stephen McFeely (screenplay), Ed Brubaker (concept and story), Joe Simon (comic book), Jack Kirby (comic book)
Stars: Chris Evans, Scarlett Johansson, Sebastian Stan, Anthony Mackie
Runtime: 136 min
Rated: PG-13
Genre: Action, Adventure, Sci-Fi
Released: 04 Apr 2014
Plot: Steve Rogers struggles to embrace his role in the modern world and battles a new threat from old history: the Soviet agent known as the Winter Soldier.
Sei il primo a commentare!
 
Rispondi »

 

Commenta e vota