Author Archive
-
GLI ULTIMI PEZZI
 

Il tristo bottino del #TFF38

di Francesco Ceccoliil 30/11/2020
Ci sono solo due stati in cui riesco a guardare cinque-sei film al giorno da casa: se sono particolarmente euforico, o se mi sento particolarmente concentrato. Quando Il TFF è arrivato mi trovavo in uno stato di moderata depressione, non sono riuscito a vedere più di un film al giorno. Di seguito lo scarso bottino del […]

Vincitori e Vinti: Processo ad Hollywood

di Francesco Ceccoliil 18/07/2020
  Marlene Dietrich: dopo Sternberg, non hai più avuto ruoli degni di te, hai trovato, grazie a Wilder, con “Testimone d’accusa”, a Welles, con “Touch of Evil” e a Kramer, con questo film, finalmente la possibilità di tornare a recitare qualcosa per cui valga la pena. Tua figlia scriverà di te: “Una terribile egoista, che parlava raramente con gli altri poiché ciò avrebbe implicato un certo interesse per le […]

DONNE, Cukor

di Francesco Ceccoliil 02/06/2020
Cary Grant non mi piace.  Non mi fa ridere, mi irrita.  Al contrario, amo James Stuart. L’impressione che dà di non ricordarsi le battute, l’apparente goffaggine, la strana gestualità, la postura leggermente ricurva, per me è l’antitesi di Cary Grant.  Eppure, mi imbatto in un film di Cukor interpretato da Cary Grant (Scandalo a Philadelphia), e magicamente, questo attore fastidioso diventa un […]

La maratona del Torino Film Festival 2015

di Francesco Ceccoliil 02/02/2016
High Rise (Ben Wheatley): Ho sgomitato per avere un biglietto di questa proiezione, dopo l’ottimo “Kill List” e l’epilettico “ A field in England” Ben Wheatley si era guadagnato tutta la mia stima. Invece mi ritrovo a guardarmi uno dei film più insulsi di tutto il festival. Una fantascienza pretenziosa e vuota. Un film inutilmente […]

The Lobster

di Francesco Ceccoliil 24/10/2015
Yorgos Lanthimos ha fatto un film che da Yorgos Lanthimos non ti aspetti, eppure solo lui poteva farlo, un film così. Yorgos Lanthimos ha preso degli attori provenienti dall’immaginario hollywoodiano, e li ha lasciati vagare liberi nelle sue atmosfere, nelle scansioni ritmiche del suo cinema, fatto di dialoghi surreali paranoidi e violenti. Colin Farrel e […]

Non essere cattivo di Claudio Caligari

di Francesco Ceccoliil 14/10/2015
Vediamo. Loro se drogano, ce stanno ‘e chicche, poi ce sta er momento de redenzione, ce sta ‘a bambina malata de AIDS, poi fanno a botte ma poi s’abbracciano, pecchè ce sta l’amicizia de borgata, ce stanno ‘e rapine, ce sta pure un sax demenziale che sarta fori a tradimento, ce sta ‘a traggedia e […]