Gli eventi
815 letture 0 commenti

#Venezia73 – Giorno uno: 29/08/2016 – LA RIVINCITA DELLE BIONDE

di il 31/08/2016
 

La giornata è davvero calda.. dal momento in cui sono salito sul treno a Bologna verso Venezia, le ghiandole sudoripare mi ricordano che ogni scelta di abbigliamento sarà comunque sbagliata. Salgo sul vaporetto verso il Lido, e mentre guardo fuori dal finestrino, tutti i colori sono così esaltati dalla luce del sole, che sembrano fotografie in attesa di essere scattate.. prendo il telefono istintivamente, ma poi mi passo le mani attorno al viso: no, non ho gli occhi a mandorla, posso perfettamente acquietare questa propensione asiatica.. decido quindi che le fotografie le farò di nascosto.. solo quando nessuno mi vedrà.. Scendo finalmente al Lido.. passeggio verso il Grand Hotel Casinò esattamente come Sibel della “Sposa Turca”, con la stessa calma con la quale lei cammina per Amburgo subito dopo essersi sposata e liberata.. ecco, mi sento Sibel, ora è tutto completamente nuovo e ignoto..

raggiungo il Grand Hotel Casinò e riesco a individuare che già c’è una fila, mi metto in coda diligentemente.. solo dopo qualche secondo noto che tutte le persone davanti a me appartengono al sesso femminile, e sono la migliore rappresentazione del sesso femminile: sono tutte ragazze molto belle, alte, giovani, curate.. non vi è ombra di un altro uomo.. sono l’unico uomo, gnomo, tarchiato e calvo nella fila.. qualcosa non torna.. un po’ impacciato chiedo alla ragazza davanti a me: “scusa, dovete ritirare l’accredito?”, la sua risposta: “no, dobbiamo ritirare la nostra divisa per lavorare”.. ecco, che all’improvviso non mi sento più come Sibel, ma come Elle Woods / Reese Witherspoon ne “La Rivincita delle Bionde” nell’esatto momento in cui mette piede a Harvard. Dopo qualche indagine seguo il percorso che finalmente mi porta al punto nel quale mi verrà consegnato l’accredito.. E’ un momento magico.. è un sogno.. l’emozione è incontenibile.. faccio un ripasso veloce dell’annus horribilis che è stato per me il 2016, e decido che questo è in assoluto il momento migliore, il momento più magico e speciale.. il momento in cui tengo in mano il mio accredito, che mi permetterà di sognare per le prossime due settimane, di vivere molte vite, di versare molte lacrime, di condividere molto tempo vicino al mio amico più dolce e caro. E se incontrerò Natalia Aspesi, allora troverò il coraggio di dirle che siamo tutte un po’ gattare e tutte un po’ bionde..

Sei il primo a commentare!
 
Rispondi »

 

Commenta e vota