Gli eventi
673 letture 0 commenti

#Venezia72 – Leone D’Oro – Desde allà (From afar) di Lorenzo Vigas, un commento scatologico

di il 12/09/2015
Editor Rating
Total Score


 

All’uscita della sala, dopo la visione, il primo commento del mio amichetto gay è stato: “Come diventare cùla in 5 mosse, un cosa del genere non succede mai“. Intendeva dire che la velocità e l’eccessiva passione con cui viene messa in scena la trappola che il falco mascherato da cerbiatto crea ai danni del violento ragazzo di strada non solo non è credibile, ma rovina tutto quello che di buono (ed è tanto) ha il film. La pellicola inciampa in qualche giochetto fraudolento di scrittura facendo così diventare frettolosa una storia che, invece, ha molta, moltissima aderenza con una realtà attuale. Se il regista avesse lavorato di sottrazione, senza piegare la trama ai dettami del grande pubblico, ne sarebbe rimasto una specie di capolavoro. Si chiama romanzare. Ed è perfettamente lecito ma castra un film che avrebbe potuto essere un manifesto epocale.
Dopo aver vissuto il terzo mondo per anni, essermi mescolato nello sporco, nel sudore e nel vomito, vivendo in prima linea la vita di strada, riconosco una competenza perfetta sull’ambiente di cui parla. Poteva essere il film definitivo sullo scambio di interessi tra i ragazzi di strada e gli adulti in cerca di avventura e, invece, tende diabolicamente ad inserire elementi assurdi in un clima di realismo: eccede nel far innamorare il ragazzo (lo scambio sessuale è sempre e solo un baratto), eccede quando invita il compagno alla festa con gli amici (in sudamerica si fa ma non di dice) ed eccede quando, per troncare la relazione (come è ovvio che sia), usa quell’esageratissimo escamotage finale. Da tagliare completamente dal film anche l’omicidio, la mamma e il neonato. L’aggiunta di questi elementi fa regredire il film a, praticamente, uno Sconosciuto del lago parte 2.
Tanta verità e bellezza stilistica si scontra con queste scelte imperdonabili che emozionano il basso ventre della massa pecorona, missione compiuta: ovazione in sala. Si vede che non sanno nulla di quello che lo schermo avrebbe potuto raccontare.

Un’occasione sprecata per imparare qualcosa di nuovo. Un capolavoro mancato per la pigrizia del regista nel montaggio e nell’incapacità di tagliare le parti assurde/favolesche. Fuori dagli eccessi emozionali romanzati c’è un mondo vivo da scoprire. Consigliato

From Afar (2015)
From Afar poster Rating: 6.4/10 (107 votes)
Director: Lorenzo Vigas
Writer: Guillermo Arriaga (based on a story by), Lorenzo Vigas (based on a story by), Lorenzo Vigas (screenplay)
Stars: Alfredo Castro, Luis Silva, Jericó Montilla, Catherina Cardozo
Runtime: 93 min
Rated: N/A
Genre: Drama
Released: 10 Sep 2015
Plot: Armando, a 50 year man, seeks young men in Caracas and pays them just for company. One day he meets Elder, a 17 years boy that is the leader of a criminal gang, and that meeting changes their lives forever.
Sei il primo a commentare!
 
Rispondi »

 

Commenta e vota