GLI ULTIMI PEZZI
 

THE FLORIDA PROJECT di SEAN BAKER

di Carlo Gambilloil 08/01/2018
Sono, per usare un’espressione ormai paleolitica ma a me molto cara, il classico cinico blu. Odio i sentimentalismi facili, la melassa emotiva à la Titanic, gli happy ending lacrimosi con lo spettinato ribelle che ritorna a orecchie basse dalla biondina di buona famiglia della casa all’angolo in un buco di culo del Midwest. Mi fa […]

Una lettera al direttore, Easy – un viaggio facile facile di Andrea Magnani

di Stefania Carreril 12/12/2017
Mea culpa, mea culpa, mea maxima culpa: sì, mi sono seduta nella sala di un cinemino per vedere un film italiano. Ora, so che per qualcuno di voi spietati giudicatori di opere e misfatti altrui il minimo che possa fare per redimermi da questo atto impuro è indossare il cilicio per due mesi, sia prima […]

#Godzilla – シン・ゴジラ Shin Gojira di Hideaki Anno

di Andrea Marinil 17/11/2017
Prendete due palline da ping-pong e con un pennarello nero fateci un puntino. Poi incollatele su un calzino. Infine, infilate la mano nel calzino mantenendo una posizione del tipo “che stai dicendo?”. Ecco, ora fate “argghhh” con la bocca, separate il pollice dalle altre dita e avrete il vostro Godzilla, pardòn Gojira, prima della metamorfosi. […]

A Serbian Film (Srpski Film) di Srđan Spasojević

di Michele Arientiil 06/11/2017
C’è da dire che i serbi non son famosi per essere degli allegroni. Se qualcuno ha dubbi in merito A Serbian Film chiarisce definitivamente il concetto. Appartenendo ad un genere iper-specifico come il torture-porn, sento di doverne parlare analizzando unicamente quello che l’immaginario collettivo si aspetta da un film provocatorio a tematica sessuale, tragica, pervertita, violenta, […]

#Magnolia di Paul Thomas Anderson

di Andrea Marinil 13/10/2017
“Magnolia è un film pretenzioso e vuoto”. [David Foster Wallace, scrittore] Quando un volo internazionale subisce un ritardo è sempre una iattura. Meglio pensare ad esperienze positive. Così decido di riguardarmi un film straordinario: Magnolia di Anderson. E di scriverne la recensione per la Cricchetta, ovviamente. Mentre mi vedo il film, chiamano per la centesima […]

…fiori secchi in cimitero, Incubo sulla città contaminata di Umberto Lenzi

di Michele Arientiil 13/08/2017
Venezia, agosto 2017, son passati altri trecentosessantacinque giorni e la Cricchetta del cinemino (parlar dei cazzi propri con la scusa dei film) ha ora l’età per andare in asilo, avvizzita da un anno in più o uno in meno, a seconda della nevrosi. Non tutti gli anni invecchiano. Buon compleanno stronzetta snob digitale! Festeggiare il […]