Gli eventi
332 letture 0 commenti

#BERGAMOFILMMEETING – DOMACI PECE di Slavek Horak

di il 13/03/2016
Dettagli
 
Editor Rating
Total Score


 

Film presentato in sala dal regista, belloccio e molto sicuro di sè, che racconta un po’ di come gli sia venuta l’idea del film (sua opera prima) e che il film sarà quello che rappresenterà la Repubblica Ceca agli Oscar.
Cosa che non mi sorprende per niente: il film è confezionato perfettamente per piacere a tutti.
Bella storia, quella di una infermiera a domicilio, molto dedita ai suoi pazienti e al marito che, scoprendosi malato, si rivolge a sistemi alternativi di cura, mai affrontati, anzi osteggiati in precedenza. Una cura dell’anima, più che del corpo, anche se poi si rivelerà limitata anch’essa.
Brava l’attrice (miglior interpretazione femminile dei film in concorso) a disegnare un personaggio in lotta che cambia nel corso del film.
D’altro canto l’ho trovata un’opera ruffiana oltre ogni modo: ogni battuta (talune molto belle, ma dopo un po’ si intuiva il loro arrivare), ogni ripresa, ogni dialogo pare impostato per piacere al pubblico: mi pare che dell’anima del regista non ci sia assolutamente niente, solo una serie di situazioni gradevoli che, a causa di questa forzatura, lentamente si fanno via via meno convincenti.
Il cinema deve essere anche intrattenimento? Assolutamente si, ci mancherebbe ma, quando non è altro che quello, non è il mio genere.
Ovviamente pioggia di applausi mentre in me cresceva l’irritazione. Un’occasione sprecata perché lo spazio per fare un film riuscito ci fosse tutto. Ma del resto un film che piace a tutti è riuscito no?

Sei il primo a commentare!
 
Rispondi »

 

Commenta e vota