Author Archive
-
GLI ULTIMI PEZZI
 

#Cannes2018 – The House That Jack Built di Lars von Trier

di Angelo Vianelloil 12/07/2018
Eccovi qualche pensiero riguardante la visione di questo film, che forse spiegherà perché mi è stato impossibile classificarlo. Long story short: mi è parsa la reazione di un bambino capriccioso che è stato allontanato dal parco giochi e ci torna solo per ripicca, cercando di creare più problemi di prima. Matt Dillon è strepitoso e […]

#Cannes2018 – Climax di Gaspar Noé

di Angelo Vianelloil 28/06/2018
La visione di questo film a Teatro della Croisette è stata un’incredibile festa. Certo, sapevo che Enter the Void è un film di culto (che amo pure io), sapevo anche che con Love, anche se molto criticato, aveva avuto risonanza planetaria, ma che Gaspar Noè, anche se in casa, avesse un tale tributo era aldilà […]

#BiennaleArchitettura2018 #Freespace – Vernice 16ma Biennale Architettura: la Cricchetta è sempre in festa

di Angelo Vianelloil 28/05/2018
Aldilà del fatto che è sempre un evento artistico di notevole importanza, la commistione tra parco giochi e festa tra amici che offre questa occasione è sicuramente la fascinazione più forte: si va subito alla ricerca delle cose più buffe e strane che catturino immediatamente l’attenzione. Ma facciamo un passo indietro: l’arrivo ai Giardini, sede […]

#Cannes2018 – 8 giorni per capire che Cate Blanchett non diventerà mai mia amica perché si veste di merda, fine

di Angelo Vianelloil 21/05/2018
Ultimo giorno. Non solo noi, umili eroi stacanovisti che si sacrificano in sale buie e spaventose pur di dare piacere ai lettori della Cricchetta del cinemino, ma anche tutti gli altri inviati stampa al Festival de Cannes sono alla frutta. Il fondo schiena piatto, il cervello sovraccarico di idee, gli occhi fuori dalle orbite, gli alcolici […]

#Cannes2018 – 8 giorni per per invecchiare di vent’anni, parte 6

di Angelo Vianelloil 19/05/2018
Ho preso una decisione: se torno a Cannes il prossimo anno, devo assolutamente avere uno smoking con le paillette, sono stufo di vedere look favolosi e io sempre con la mia solita maglietta. Il glamour qua è veramente alle stelle: mai visto un numero così elevato di vestiti eleganti, acconciature che hanno abbisognato di ore […]

#Cannes2018 – 8 giorni per capire che John Travolta è in realtà la signora Garrett de l’albero delle mele, parte 5

di Angelo Vianelloil 18/05/2018
Seppur concepita come omaggio al primo vero amore cinemografico della Cricchetta, la maglietta a righe non fa che evocare all’immaginario dei più cartoline di lagune, ponti e gondolieri: “uh là là, vous êtes de Venise?” Eh no caro sconosciuto, non mi faccio fregare da questo finto interesse che tradisce un tono di sfida, non entrerò […]